mercoledì 29 luglio 2015

Caccia al tesoro nella Firenze del Quattrocento

Sabato 1 agosto 2015 alle ore 9.30 secondo appuntamento con le "Cacce al tesoro tra arte, storia e musica a Firenze" organizzate dall'Associazione Legamidarte nell'ambito dell'Estate Fiorentina 2015 attraverso le quali poter scoprire la città in modo nuovo, ludico e attivo.
Ognuna di queste cacce è dedicata a un periodo storico diverso: dopo il primo appuntamento del 4 luglio sulla "Firenze medievale e di Dante", la caccia al tesoro di sabato 1 agosto sarà un viaggio nella "Firenze del Quattrocento" per andare alla scoperta dei capolavori del Brunelleschi, Ghiberti e Donatello, ma anche di opere meno note e di aspetti poco conosciuti della Firenze rinascimentale. A ogni tappa della caccia, insieme alle notizie sull'opera d’arte, saranno fornite le indicazioni per individuare la successiva fino a giungere alla meta finale, dove i partecipanti troveranno un tesoro in sintonia con lo spirito dell’Associazione Legamidarte che si propone di intrecciare arti figurative e musica.
È previsto anche uno svolgimento in lingua inglese delle cacce, dedicate alle famiglie straniere in visita a Firenze.
Le Cacce al tesoro sono rivolte a tutta la famiglia, sia a bambini (dagli 8 anni) che a adulti (associati a Legamidarte).
Il punto di ritrovo per la caccia al tesoro del 1 agosto è al Chiostro di fianco alla Basilica di San Lorenzo (dove si entra per andare alla Biblioteca Laurenziana) in Piazza San Lorenzo, alle ore 9.30.
Quota associativa e rimborso spese: 6 euro (possibilità di associarsi direttamente sul posto).
Prenotazione obbligatoria al 333 7480487 (dalle 15.00 alle 18.00 da lun-al ven., sab. 10.00-12.00) oppure inviare una mail a: legamidarte@gmail.com.

martedì 28 luglio 2015

Tempus Est Jocundum 2015 a Gemona del Friuli (UD)

Da giovedì 30 luglio a domenica 2 agosto 2015 a Gemona del Friuli (UD) va in scena Tempus Est Jocundum
Obscura Nocte: tanto venit hora tenebrarum
Calano le tenebre su Gemona e cambia il volto della città. Il proibito diventa lecito: si impadroniscono di ogni vicolo, androne ed anfratto briganti, meretrici, torturatori e losche figure.
Ma non temete! Saranno ben lieti di iniziarvi alla loro vita dissoluta fatta di vizi e peccati.
Fatevi rapire dal fascino della notte, immersi in un’ambientazione medievale dove troverete taverne, accampamenti, lupanari, dame, messeri, giullari, musici e tanto, tanto altro.

Nato in sordina fra un piccolo gruppo di appassionati questo appuntamento è divenuto con l'andare degli anni un punto di riferimento per la maggior parte delle manifestazioni simili in regione. L'unicità della manifestazione è data dallo svolgimento serale. Nel centro storico, grazie alla fioca illuminazione di torce e fiaccole, si crea un'atmosfera fuori dal tempo ed inoltre dalla par-tecipazione del pubblico: non semplice spettatore, ma "attore" partecipe. Le animazioni teatrali e i giochi riescono a coinvolgere attivamente lo spettatore, così pure le taverne, dove i menù di sapore medievale vengono serviti da vocianti osti in piena sintonia con lo spirito della festa (la plastica è rigorosamente bandita). Migliaia di visitatori provenienti da tutto il nord Italia e dall'Austria affollano ogni anno le vie cittadine, si stima che l'affluenza nelle passate edizioni durante i tre giorni della manifestazione sia stata di almeno ventimila persone. In particolare la serata di venerdì sarà caratterizzata dal Palio del Niederlech. Una gara fra i borghi di Gemona ispirata dalla tassa del Niederlech riscossa in epoca medievale dalla città di Gemona e che ne fece le fortune nel XIV secolo e per concludere la domenica sera avrà luogo la disfida, con pedine viventi, fra i vincitori del Palio ed i secondi classificati; entrambi schiereranno la fanciulla più bella del proprio borgo. La dama della squadra vincente sarà proclamata Dama Castellana 2015 e le verranno consegnate le chiavi della città.

lunedì 27 luglio 2015

Edoardo II in Oltrepò

Appuntamento estivo, al fresco degli Appennini Pavesi, con Edoardo II, il mistero “reale” della sua fuga in Oltrepò e la squadra dell’Auramala Project. Domenica 2 agosto 2015, alle ore 15.30, a Brallo di Pregola (PV), in collaborazione con il “Circolo Sassi Neri”, Ivan Fowler dà vita a una coinvolgente presentazione narrata della storia del re che per sfuggire ai sicari mandati dalla moglie a ucciderlo si fece pellegrino e fuggì fino alla pace della Valle Staffora.
Per chi conoscesse già le peripezie oltrepadane di “Eddie”, un’occasione per scoprire lo stato di avanzamento della ricerca condotta dall’equipe dell’Auramala Project per gettare luce sul cold case medievale.
Seguirà un momento… di dolce piacevolezza.

sabato 25 luglio 2015

Notte Medievale a Lanuvio (RM)

Sabato 25 e domenica 26 luglio 2015 dalle ore 17.00 fino a tarda serata Accademia Medioevo animerà Lanuvio (RM) con un salto di circa 1000 anni con l'allestimento di un villaggio medievale, banchi didattici, i giochi di strada, i buffoni erranti, giocoleria e fuoco, addestramento dell'Arte della Spada medievale.
A partire dalle ore 20.00 la possibilità di acquistare, presso lo stand di accoglienza in p.zza Carlo Fontana, il Voucher per LA MARATONA GASTRONOMICA MEDIEVALE "Di Taberna in Taberna": 9 tappe culinarie per questa prima edizione di una cena itinerante dal sapore antico, da gustare tra le vie e locande di Lanuvio. Ideazione a cura di Accademia Medioevo in collaborazione con alcune realtà produttive del territorio.
La MARATONA GASTRONOMICA si potrà intraprendere anche per il pranzo di DOMENICA 26 LUGLIO 2015 a conclusione dei LABORATORI D'ARTI ANTICHE.
I Laboratori di CALLIGRAFIA MEDIEVALE, PRODUZIONE DELLA CARTA, MARMORIZZAZIONE e COSTRUZIONE BAMBOLE DI PEZZA per i più piccoli, si svolgeranno nelle piazze del Centro Storico DOMENICA 26 DALLE 10.30 ALLE 13.00, in collaborazione con il Museo Civico di Lanuvio. Partecipazione gratuita. Gradita la prenotazione.
L'evento, patrocinato dal Comune, vanta la collaborazione della Proloco e di numerose realtà del territorio.

venerdì 24 luglio 2015

Altopascio Medievale 2015

Nel solco di una tradizione consolidata, l’Associazione “Cavalieri del Tau”, il Comune di Altopascio e la Proloco - con la consulenza di “MILLE&DUECENTO", Coordinamento Italiano gruppi di ‘Living History’ e ‘Re-enactment’ del XIII secolo - propongono per sabato 25 e domenica 26 luglio 2015 una manifestazione che offre al visitatore diverse chiavi di lettura del medioevo, sfruttando lo scenario offerto dalle antiche vestigia altopascesi.
Storia, Cultura e Svago per una notte d‘altri tempi!
Tema del 2015 sarà la rievocazione della visita compiuta nel 1248 alla Magione del Tau da Federico d’Antiochia, figlio dell'imperatore Federico II e vicario generale in Toscana. Siamo nell’estate del 1248, in piena lotta tra l’Impero ed il Papato. Federico d’Antiochia è impegnato a combattere i comuni riottosi che appoggiano la parte della Chiesa ed è costretto a spostarsi continuamente per disinnescare i focolai di ribellione alimentati dalle città guelfe. Accampatosi sotto le mura castellane di Altopascio col seguito di dignitari, cavalieri regnicoli e tedeschi, oltre alla guardia saracena, Federico renderà omaggio a Gallico, Maestro Generale dell’ordine dei Frati di S. Jacopo, e verrà accolto con tutti gli onori vivendo due giorni in un susseguirsi esaltante di emozioni.
Pensate come quadri distinti e accompagnate dalle descrizioni di un narratore che ne descriverà lo svolgimento, le varie ‘scene’ si snoderanno nelle piazze del centro storico e nell’accampamento sotto le mura castellane.
Per info e programma completo clicca qui !

giovedì 23 luglio 2015

Festum Laminis 2015 a Châtillon (AO)

Sabato 25 e domenica 26 luglio 2015 per la prima volta si terrà a Châtillon (AO) la Finale del Torneo di Spada Antica ed Arceria, che conterà su circa 100 atleti, giunti alla finale attraverso dure prove di selezione, più i loro accompagnatori provenienti da tutta Italia suddivisi in circa 20 gruppi storici. Ogni gruppo monterà un campo che farà parte della valutazione generale riguardo all’attinenza ed affinità col periodo storico. Ci saranno campi montati nelle piazze e parchi del paese che, quando non impegnati negli scontri, saranno presidiati da gruppi di rievocatori in costume che riporteranno indietro le lancette del tempo trasformando il centro del paese in un antico borgo medievale. Già dal sabato pomeriggio sono previsti i combattimenti per le eliminatorie che potranno svolgersi sia nella centrale Piazza Duc in quanto munita di una splendida gradinata dalla quale assistere ai combattimenti in tutta sicurezza oppure in luoghi diversi in base al numero dei combattimenti necessari. Ad inframezzare i combattimenti avremo spettacoli vari di giullari, ballerine e musici che intratterranno i presenti durante le giornate per poi finire la serata di sabato con il concerto di musica d’epoca, di un gruppo composto da tamburi e cornamuse che allieterà i presenti fino a tarda sera. A far da contorno ai campi saranno presenti banchi che venderanno prodotti riconducibili al medioevo oppure banchi di pura e semplice dimostrazione di oggetti.

mercoledì 22 luglio 2015

Visite guidate agli scavi archeologici di Piazza Liberazione a Nonantola (MO)

Sette visite guidate agli scavi e una conferenza con gli archeologi Soprintendenza Archeologia dell’Emilia-Romagna e dell’Università Ca` Foscari di Venezia per presentare i primi dati delle indagini archeologiche in corso in Piazza Liberazione a Nonantola.
Sebbene la stratigrafia della piazza sia notevolmente intaccata da servizi idrici e fognari moderni, gli scavi archeologici che si stanno svolgendo in questi giorni hanno già messo in luce per intero la pianta della chiesa di San Lorenzo, alcune sepolture collocate dietro le absidi e ampie porzioni di pavimentazione della piazza trecentesca in mattoni e ciottoli.

Nella piazza, che doveva fungere anche da luogo di mercato, si osservano numerosi basamenti costruiti a partire dal XV secolo che dovevano sostenere tettoie e fabbricati lignei.

Per valorizzare questo importante rinvenimento e sensibilizzare la popolazione sulle indagini archeologiche (che si svolgono proprio nel centro cittadino) il Comune di Nonantola, d’intesa con la Soprintendenza Archeologica dell'Emilia-Romagna e l’Università Ca' Foscari di Venezia, promuove nei mesi di luglio e agosto alcune visite guidate settimanali allo scavo archeologico. Le visite vogliono fornire un piccolo aggiornamento settimanale sugli scavi e rendere partecipi la cittadinanza e gli interessati dell’importanza di progetti e ricerche di questo tipo.

Le visite guidate si svolgeranno nei sei mercoledì dal 22 luglio al 26 agosto 2015 (alle 17 o 17.30 come sotto specificato) e domenica 26 luglio alle ore 10, con ritrovo in Piazza Liberazione (lato Via Torre):

mercoledì 22 luglio alle ore 17.00

domenica 26 luglio alle ore 10.00

mercoledì 29 luglio alle ore 17.30

mercoledì 5 agosto alle ore 17.30

mercoledì 12 agosto alle ore 17.00

mercoledì 19 agosto alle ore 17.00

mercoledì 26 agosto alle ore 17.00

Inoltre, giovedì 30 luglio 2015 alle ore 21 nel giardino Perla Verde (Via Marconi 11), si terrà una conferenza dal titolo “I nuovi scavi di Piazza Liberazione” con interventi di Mauro Librenti e Alessandra Cianciosi, dell’Università Ca` Foscari di Venezia, e di Sara Campagnari, della Soprintendenza Archeologia dell`Emilia-Romagna.

La conferenza rappresenta una prima divulgazione dei nuovi dati emersi dagli scavi archeologici nella piazza, a cui farà seguito, al termine degli scavi, un ulteriore momento di approfondimento alla luce dei dati definitivi. In caso di pioggia la conferenza si terrà nella Sala M. Sighinolfi in via del Macello (dentro al cortile della Torre dei Bolognesi).

Il cimitero, chiuso entro la fine del Trecento, era destinato alla popolazione del borgo, con una presenza significativa di donne e bambini. I piccoli, quasi la metà del totale, erano sepolti prevalentemente a ridosso della muratura dell’edificio.

Per info: Ufficio Archivi, Musei, Turismo e Volontariato del Comune di Nonantola
Via Roma 23 c/o Palazzo Partecipanza Agraria
Nonantola (MO)
Tel. 059 896639-656 fax 059 896648
archiviostorico@comune.nonantola.mo.it
Orario ufficio: dal lunedì al sabato 9-13

Referente per la Soprintendenza Archeologia dell’Emilia-Romagna, Sara Campagnari
tel 051 223773 (interno 135), sara.campagnari@beniculturali.it
Referenti per l’Università Ca’ Foscari di Venezia, Prof. Sauro Gelichi, gelichi@unive.it; dott. Mauro Librenti, mauro.librenti@libero.it.

martedì 21 luglio 2015

A Corte dei Visconti 2015 a Somma Lombaedro (VA)

Il Castello Visconti di S. Vito di Somma Lombardo (VA), con il suo meraviglioso parco e le sue corti, è il protagonista dell’evento "A corte dai Visconti" che sabato 25 e domenica 26 luglio 2015 giunge quest’anno alla sua quinta edizione.
La manifestazione si articola in due giorni, durante i quali mastri falconieri, artigiani, dame e cavalieri in tradizionali abiti medievali organizzano spettacoli ed intrattenimenti nelle piazze e nelle vie che circondano lo splendido maniero sommese, una delle rocche meglio conservate di tutta la Lombardia.
La celebrazione vuole ricordare la vittoria di Ottone Visconti contro le truppe dei Della Torre nella battaglia di Desio il 21 Gennaio del 1277 e comprende: rievocazioni storiche, giostre cavalleresche, un mercato artigianale ed una cena tematica che si svolge nella suggestiva cornice del parco del castello.
L’evento è organizzato da Pro Loco Somma Lombardo con il patrocinio e il sostegno della Provincia di Varese, dell’Assessorato alle Culture, Identità e Autonomie della Regione Lombardia, dell’Assessorato alla Culture di Somma Lombardo, della Fondazione Comunitaria del Varesotto Onlus e della Fondazione Visconti di S. Vito.
Sabato alle 19,30 cena nel parco del Castello, allietata dagli spettacoli dei gruppi partecipanti (prenotazione obbligatoria, per info clicca qui !).
Il costo per l’ingresso agli spettacoli nel parco domenica 26 luglio è di € 2,50 e gratuito per i bambini sotto il metro di altezza.

lunedì 20 luglio 2015

Azzano in Fiamme 2015

Il 1 febbraio 1155 Federico Barbarossa e le sue truppe calarono su Asti abbandonata dai suoi abitanti e la distrussero. L'incendio durò giorni e giorni.
Ad Azzano si tramanda da una generazione all'altra,  una storia non documentata ma probabilmente con un fondo di verità: Federico Barbarossa, dopo Asti incendiò Azzano.
Dal 2006 "Azzano in fiamme", ricorda questo evento. Da allora tutti gli anni la Pro Loco, in occasione della festa Patronale ha riproposto la manifestazione con crescente afflusso di pubblico. 
La serata di sabato 25 luglio 2015 comincerà alle 20,00 e vedrà il paese trasformato in un borgo medievale, con gli accampamenti, le torce, le taverne le fiaccole e la musica antica. All'ingresso (gratuito) del borgo i CAMBIAVALUTE, cambieranno la moneta corrente in "Giacomini" l'unica moneta circolante nell' area della manifestazione, presso gli stand gastronomici. Sarà possibile effettuare il cambio (1 Euro = 1 Giacomino ) delle 20 alle 24. A fine serata i Giacomini non spesi (minimo 2 giacomini uniti, massimo 5) verranno rimborsati alla cassa posta in Piazza. 
Funzionerà servizio navetta dalle 19,30 alle 24.
Tutte le informazioni nel sito ufficiale dell'evento.

domenica 19 luglio 2015

Mario Moiraghi, due conferenze a Bonassola (SP)

Mario Moiraghi
Un tuffo nell'affascinante cultura mediorientale, dalle vicende evangeliche ai Templari, in due chiacchierate con l'autore in programma a La Francesca Resort di Bonassola (SP). Martedì 21 e martedì 28 luglio 2015 Mario Moiraghi, docente universitario e ricercatore, editorialista e redattore storico, incontra gli ospiti per "raccontare", nello stile informale delle "chiacchierate con l'autore" de La Francesca Resort due "fiabe persiane". Una rigorosa documentazione storica fa rileggere le storie di cui tutti abbiamo sentito parlare in una nuova luce.
Alla ricerca del Graal affronta una delle leggende più note dell'antichità, analizzandone i legami con re Artù, i Templari, l'eresia Catara e lontani echi orientali. La rilettura porta alla conclusione che l'intera vicenda del Sacro Graal ha come luogo d'origine l'antica Persia. Il racconto del Graal è ben più antico dell'anno mille. Risale alla stesura dei primi Vangeli, e altro non è che la riscrittura di un autore persiano di una vicenda per lui quasi inspiegabile, ma a noi nota sin dall'infanzia: quella dei re Magi. E' in questo quadro che il Graal, quello autentico, si rivela finalmente come oggetto e non come mistero occulto: un vaso contenente una pietra, affidato a tre sovrani persiani, seguaci di Zarathustra, che lasciarono i loro regni per seguire la luce indefinita di un nuovo re.
A ideale continuazione il mercoledì successivo Mario Moiraghi affronta insieme al pubblico la seconda delle fiabe persiane, cioè Il viaggio dei principi Magi. Siamo abituati a collocare questa storia in una indistinta atmosfera natalizia, ma si tratta di una vicenda che coinvolge avventurosi personaggi e importanti eventi. Chi dice che furono tre? Chi dice che furono Re? Qualcuno afferma anzi che furono dodici, altro numero di palese contenuto simbolico, evidenziando attinenze con la vicenda del Graal.
Il racconto di questi nebulosi personaggi, apparentemente di solo sostegno ad una questione religiosa, hanno riscontri reali sorprendenti, che possono far comprendere le ragioni della loro presenza e del loro significato nella lontana Terra Santa di duemila anni fa. Il mito, se così lo si vuole considerare, può sempre rivelare sottostanti realtà e l'incontro coi Magi che qui si propone vuole porre, a credenti e non credenti, elementi nuovi di riflessione e dibattito.
Il soggiorno a La Francesca Resort per questo periodo di luglio 2015 è proposto a partire da 1000 euro per due persone alla settimana, mentre l'ingresso alle chiacchierate è gratuito, su richiesta per gli esterni.
Per informazioni:
La Francesca Resort
Bonassola (La Spezia)
Tel. 0187.813911
Ufficio Centrale: via San Marco 24 - 20121 Milano
Tel. 02.6575639 Fax 02.6599301
www.villaggilafrancesca.it
infofran@villaggilafrancesca.it.

sabato 18 luglio 2015

"Campus Leonis" rievocazione a Castelluccio (AR)

Sabato 18 e domenica 19 luglio 2015, nel palinsesto delle manifestazioni di rievocazione e ricostruzione storica della provincia di Arezzo, in località Castelluccio, comune di Capolona, c’è l’appuntamento con Campus Leonis, evento curato dall’Associazione Culturale Castelluccio. La manifestazione intende rievocare l’importanza rivestita in passato da questa porzione di territorio grazie alla presenza del Castello di Campoleone e dell’omonima Abbazia benedettina, che nel X secolo fu una tra le più grandi potenze ecclesiastiche feudatarie della penisola. Durante le giornate del 18 e 19 luglio sarà possibile vivere la “storicità” del borgo del Castelluccio fino a notte fonda attraverso spettacoli itineranti, duelli di spada, monaci, mercanti, sbandieratori, popolani. Il momento conviviale sarà caratterizzato dalla cottura de “lo porco” in piazza, piatto forte della serata che sarà possibile gustare con altre specialità culinarie legate alla tradizione toscana.

venerdì 17 luglio 2015

“Dulcissima suavitas. L’arte e la scienza della musica nel Medioevo” a Castignano (AP)

Sabato 18 luglio 2015, alle ore 17.30, presso il Teatro comunale di Castignano (AP) si terrà il secondo e ultimo appuntamento della mini rassegna “Incontri sul Medioevo”. Dopo il successo della prima lezione tenuta dalla prof.ssa Sandra Pietrini (Università degli Studi di Trento) sulla figura del giullare, è ora il momento di parlare della musica all’interno della cultura medievale. L’incontro porta il titolo “Dulcissima suavitas. L’arte e la scienza della musica nel Medioevo” e sarà tenuto dalla prof.ssa Cecilia Panti, attualmente Professore aggregato di Storia della Filosofia medievale presso l’Università degli Studi di Roma Tor Vergata.
La prof.ssa Panti introdurrà il tema della musica medievale a tutti i partecipanti. Il ciclo di incontri, che si colloca nelle attività in preparazione alla XXVI edizione di Templaria Festival, dal 16 al 19 Agosto a Castignano (AP), é organizzato dalla Pro Loco di Castignano ed affidato dal punto di vista contenutistico e della supervisione storica alla Dott.ssa Claudia Benigni che, oltre ad essere una castignanese doc é Dottore di ricerca in Scienze storiche specializzata nel periodo alto-medievale.
L’intervento di sabato illustrerà gli aspetti salienti dell’evoluzione della musica nel lungo arco del millennio medievale ad un pubblico non specialista, ricorrendo anche a brevi esempi musicali e supporti iconografici. La notazione musicale e il linguaggio polifonico furono le due maggiori e originali invenzioni che il Medioevo ci ha trasmesso, innestando su di esse molteplici e diversificate produzioni artistiche, quali il maestoso repertorio gregoriano, le suggestive melodie di trovatori e trovieri, il canto devoto dei laudesi, i raffinati mottetti polifonici dell’ars nova o le aggraziate armonie del Trecento italiano.
Queste diverse e variegate espressioni musicali sono fra i più significativi esempi di come musica e canto fossero strumenti privilegiati nel veicolare spiritualità e devozione, propaganda politica e riflessioni filosofiche, intrattenimento colto e giocoso svago, in un inesauribile invito alla preghiera, alla riflessione o al puro divertimento.

giovedì 16 luglio 2015

“I Concili di Troia" presentazione a Troia (FG)

In apertura dei solenni festeggiamenti in onore dei Santi Patroni troiani, nella serata di venerdì 17 luglio 2015, alle ore 19.30, nella magnifica cornice della Corte dell’Episcopio di Troia, sarà presentato l’ultimo libro di Piergiorgio Aquilino: “I Concili di Troia. La primavera religiosa della Civitas Troiana” (Claudio Grenzi Editore, Foggia, giugno 2015). Dopo i saluti iniziali del Sindaco di Troia, avv. Leonardo Cavalieri, dell’assessore alla cultura, dott. Fausto Aquilino e di Claudio Grenzi Editore, a presentarlo saranno: Sua Eccellenza Mons. Domenico Cornacchia, Vescovo di Lucera-Troia; il prof. Alfonso Michele Lotito, docente di Storia del Cristianesimo presso l’Università degli Studi di Foggia; il prof. Angelo Giuseppe di Bisceglia, docente di Storia della Chiesa presso la Facoltà Teologica Pugliese. Modererà la serata il giornalista di Affaritaliani.it, Antonio V. Gelormini. L’opera, con la presentazione del Card. Salvatore De Giorgi, è il frutto di uno studio rigorosamente sperimentale e scientifico, che privilegia le numerose fonti coeve senza trascurare un’omogenea visione d’insieme del contesto storico locale e generale, mettendo in chiaro le peculiarità di ciascuno dei quattro Concili tenutisi in questa città di Troia, tra il 1093 e il 1127. Essi indubbiamente hanno contribuito a dar lustro alle terre del Meridione Normanno tra XI e XII secolo, momento in cui la Città di Troia raggiunse il maggior rilievo culturale e politico nella parte settentrionale del Ducato di Puglia e la sua Chiesa il massimo splendore religioso. Il lavoro, quasi del tutto inedito, privilegia l’analisi diretta delle fonti dell’epoca – da quelle documentarie a quelle letterarie – riprodotte in lingua originale e sempre corredate di traduzione, per mettere a fuoco le peculiarità proprie di ciascun Concilio, spesso rimandate dalla letteratura storiografica locale desultoriamente alle fonti coeve. Molte immagini – anche di pergamene per la prima volta pubblicate – corredano l’intera opera.

mercoledì 15 luglio 2015

"Storia e astronomia nel Purgatorio di Dante" a Oggiono (LC)

L'Alighieri protagonista ad Oggiono (LC), con due serate di approfondimento su “Storia e astronomia nel Purgatorio di Dante”. L'iniziativa, in calendario mercoledì 15 e giovedì 16 luglio 2015 alle ore 21,00 in sala consiliare, è a cura della Proloco Oggiono in collaborazione con il Comune – assessorato alle Culture, Tradizioni, Autonomie e Identità locali.
In programma due incontri, aperti a tutti, tenuti dai giornalisti Dario Angelibusi e Loris Lazzati sulla storia e sull’astronomia del Medioevo, che permetteranno di apprendere nozioni fondamentali dedicate alla storia e all’astronomia nel basso medioevo, con ampi riferimenti alla vita di Dante e al patrimonio culturale insegnato nelle università dell’epoca.
Il primo incontro, previsto per mercoledì 15 luglio e che punta a rileggere la storia del XIII-XIV secolo attraverso i versi immortali del Purgatorio, si gioverà di un ampio supporto iconografico, tracciando così un dettagliato resoconto dell’Occidente cristiano nel basso medioevo, con particolare attenzione all’Italia e alla Firenze comunale. Dario Angelibusi ripercorrerà in questo modo la vita di Dante, dall’infanzia all’incontro con Beatrice, dalla battaglia di Campaldino all’impegno politico, sino agli amari anni dell’esilio.
Nella seconda serata di giovedì 16 luglio, invece, attraverso un excursus nell'astronomia antica e medievale, grazie a Loris Lazzati si andrà alla scoperta dell'enorme perizia astronomica del Sommo Poeta nella composizione di un Poema «al quale ha posto mano cielo e terra» e del ruolo, quindi, che ha l’astronomia nel Poema Sacro. Davanti a certi versi danteschi che parlano del cielo ci sentiamo spaesati per la loro difficoltà e la complessità d'interpretazione, altri invece ci conquistano per la loro potenza poetica e per il lirismo immediato.

martedì 14 luglio 2015

La Tourusela. Festa Medioevale a Vernante (CN)

La manifestazione medievale di domenica 19 luglio 2015 che si svolgerà a Vernante (CN) è legata alla storia dell'antico torrione chiamato "Tourusela", che dall'alto domina sul paese. Fu fatto costruire dal Conte Pietro Balbo di Tenda tra il 1275 ed il 1280 con funzioni di controllo sulla strada Colle di Tenda e di riscossione di imposte.
Gli ultimi proprietari del Castello, prima del dominio dei Savoia, furono i Conti di Lascaris di Tenda sotto il cui nome viene ancor oggi ricordato. Attualmente rimangono imponenti resti: la torre esagonale e le mura circostanti da cui è possibile ammirare uno splendido panorama del paese e delle montagne che lo circondano.
La manifestazione prenderà inizio a partire dalle 10,00, con le dimostrazioni di volo e didattica sui rapaci da parte del falconiere Dematteis Fabrizio del gruppo "Majestic falconry- falconeria a cavallo" presso il Campo Sportivo.
Alle 14,00 si potrà assistere alle danze medievali a cura del gruppo "Bal De Sabre", presso la Piazza dell'Ala. Per tutto il pomeriggio, per le vie del paese si potranno ammirare scorci caratteristici decorati a tema con gli antichi stemmi della Contea realizzati dal gruppo volontari "Addobbi&Mestieri", figuranti in costume, artisti e artigiani al lavoro.
Dalle 15,00 alle 17,00, per chi vorrà, ci sarà la possibilità di fare passeggiate guidate con i componenti di "Sentieri&bicchieri" nel sentiero che attraversa lo splendido bosco di conifere e che conduce al Castello (punto di partenza: Piazza San Rocco). Presso la Torre giochi per i bambini, truccabimbi e rinfresco tipicamente medievale a cura della "Consulta giovanile" di Vernante fino alle 17,00 circa. Possibilità di ammirare dimostrazioni e tiri con l'arco nel prato sottostante il castello con il gruppo degli Arcieri "Les Compagnons de la Branche d'Or".
Dalle 17,30 il gruppo "La storia" si esibirà con dimostrazioni di antichi combattimenti in costume presso la Piazza Vermenagna. A seguire, corteo finale di figuranti e soldati fino alla Piazza De l'Ala per lo spettacolo conclusivo.
Possibilità di degustare piatti tipici del tempo e del paese (comprese le famose "cipolle alla vernantina") con la Cena Medievale a partire dalle 19,30, a cura dell'Ascom di Vernante.
Concerto e ballo a cura di le "Occitanas", circondati dalla magica atmosfera di torce e candele per le vie e piazze del paese, a cura della Pro Loco.

sabato 11 luglio 2015

Al tempo di Agilulfo al Museo archeologico di Torino

Sabato 11 luglio 2015, dalle 20.00 alle 24.00 presso il Museo archeologico nazionale di Torino nella Manica Nuova dove sono esposti, tra gli altri, i rinvenimenti archeologici di Collegno, di Villa Lancia di Moncalieri e del Lingotto, è in programma "Al tempo di Agilulfo".
Alcuni personaggi di rango appartenenti ad un gruppo familiare aristocratico di prima età longobarda - viri magnifici, con importanti cariche pubbliche, nobili dame e il loro seguito di  donne e guerrieri - giungono verso sera in visita al Duca di Torino con indosso vesti curate e splendidi gioielli, simboli materiali della loro posizione sociale.
La Conversazione con l’Archeologo alle 21,00 e alle 23,00 approfondirà la tematica “Abbigliamento e ornamenti nel Piemonte longobardo” con l’ausilio del gruppo di rievocazione longobarda Presenze Longobarde.
Se per ricostruire il costume maschile longobardo si può fare affidamento anche su alcune descrizioni e rare immagini coeve, per l'abbigliamento femminile la  fonte archeologica è l’unica disponibile. I corredi delle tombe rinvenute nei recenti scavi della necropoli di Collegno, la nota tomba della cosiddetta “Dama del Lingotto” rappresentano una  straordinaria testimonianza materiale che permette di ricreare gli abiti, apprezzare l’eccellenza di lavorazione dei gioielli e degli accessori maschili e seguire il variare delle mode.

venerdì 10 luglio 2015

Il romanzo di Matilda presentato a Vignola (MO)

Partirà da Vignola (MO), venerdì 10 luglio 2015 alle 22 in piazza Boncompagni, la lunga serie di presentazioni del nuovo romanzo della scrittrice sassolese Elisa Guidelli, Il romanzo di Matilda, che racconta la vita della Grancontessa Matilde di Canossa, nella ricorrenza dei novecento anni dalla morte.
Nell'ambito dei venerdì di luglio organizzati da Vignola Grandi Idee, l'associazione culturale La Congrega delle Eccezioni, in collaborazione con l'enoteca Bottega d'Este, ci condurrà in un viaggio che parte quasi mille anni fa, per arrivare fino ad oggi, raccontando un territorio che è ancora segnato dall'eredità culturale e spirituale di Matilde.
Sotto la rocca che l'ha ospitata in uno dei frequenti viaggi attraverso i suoi possedimenti, lo scrittore Simone Zanin dialogherà con l'autrice Elisa Guidelli sulla figura della Grancontessa, ripercorrendo vita, lutti, amori, battaglie, cadute e riscatti, violenze e passioni di uno dei personaggi che maggiormente hanno influenzato la sua epoca. Ad accompagnare la conversazione, in un viaggio parallelo attraverso i territori matildici, l'enoteca Bottega d''Este proporrà una selezione di vini abbinati, da degustare sotto le stelle, nell'atmosfera medievale del centro storico di Vignola.
Il romanzo di Matilda è il primo libro che racconta la Grancontessa fondendo realtà storica e finzione narrativa, coniugando le cronaca che ci è giunta attraverso i secoli dai commentatori, con l'approfondimento psicologico che svela l'umano, dietro la maschera istituzionale della regina. Un viaggio per restituire la potenza di un personaggio che è stato al contempo sovrana di un territorio che comprendeva gran parte dell'Italia centro-settentrionale, reggendo gli equilibri tra papato e impero, in un periodo di feroci lotte per il potere, e donna scossa da passioni, amori e grandi dolori lungo i suoi quasi settant'anni di vita.

Per altre informazioni sul romanzo clicca qui !

giovedì 9 luglio 2015

"Le pergamene dei monasteri soppressi nell’archivio cavense" presentato a Padula (SA)

È in programma per giovedì 9 luglio 2015 alle ore 17.00, presso la sala consiliare del comu presentato a Paula (SA)ne di Padula (SA), la presentazione del libro dal titolo: “Le pergamene dei monasteri soppressi nell’archivio cavense”, scritto da Carmine Carlone, edito da Laveglia&Carlone Editore. La pubblicazione propone l’inventario di 3321 pergamene, dei codici membranacei e di vari manoscritti confluiti nell’archivio della Badia della Santissima Trinità di Cava de’ Tirreni dopo la soppressione dei monasteri degli inizi del XIX secolo. Alla tavola rotonda, a cura del Centro Studi e Ricerche del Vallo di Diano “Pietro Laveglia” in sinergia con il Circolo “Carlo Alberto 1886” di Padula, parteciperanno il sindaco, Paolo Imparato, il presidente del Circolo Sociale, Felice Tierno, il presidente del Centro Studi, Giuseppe Colitti, l’autore e studiosi del Vallo di Diano. “Le pergamene dei monasteri soppressi nell’archivio cavense” è il risultato di un’intensa attività di ricerca condotta dal professore Carmine Carlone che rientra nel programma culturale sostenuto già da alcuni anni dal Centro Studi e Ricerche del Vallo di Diano. «Lo scopo è quello di valorizzare compiutamente il ricco patrimonio archivistico disseminato sul territorio – ha spiegato Michele Esposito, segretario del Centro Studi e Ricerche del Vallo di Diano – In questo ambito s’inserisce pure l’azione di recupero avviata presso l’archivio storico del Comune di Sala Consilina, condotta dal sottoscritto e dal dottor Antonio Carlomagno, che a breve ci permetterà di portare alla luce varia documentazione inedita che consentirà di tracciare in maniera più esaustiva la storia di Sala e del Vallo di Diano». Coordinerà i lavori Francesco Senatore, professore di Storia Medievale presso l’università “Federico II” di Napoli.

mercoledì 8 luglio 2015

Alla ricerca della mura perdute di Pistoia

Sabato 11 luglio 2015 alle ore 9,30 a Pistoia tour in bicicletta in città ALLA RICERCA DELLE MURA PERDUTE.
la città era nel piano, piccioletta, e ben murata e merlata, con forteze, e con porti da guerra, e con gran fossi d’acqua, sì che per forza avere non si potea; ma attesono ad affamarla, perché soccorso avere non potea” (Dino Compagni).
Nell’aprile del 1306, dopo undici mesi di resistenza, Pistoia si arrese per fame all’implacabile assedio di fiorentini e lucchesi
E avuta la detta vittoria di Pistoia, i Fiorentini e’ Lucchesi feciono tagliare le mura della città… e rovinare ne’ fossi; e più torri e fortezze feciono disfare…” (Giovanni Villani )
…Non perdonarono alla bellezza della città, che come villa disfatta rimase” ( Dino Compagni)

Le mura, le torri, le fortificazioni furono distrutte dai vincitori. Ma cosa ne è rimasto? Vi proponiamo un itinerario (con Guida del Centro Guide Turismo Pistoia) lungo il percorso delle antiche mura della “seconda cerchia”, che non sono completamente scomparse: i pistoiesi ci abitano ancora dentro!
Durata: 2 ore circa - i partecipanti dovranno essere dotati di propria bicicletta (sarà possibile altrimenti concordarne, con anticipo, il noleggio)
Ritrovo presso l’Ufficio Informazione Palazzo dei Vescovi - piazza Duomo
Costo: 10,00 euro a partecipante incluso l’accesso a Pistoia Sotterranea (dove saranno visitabili testimonianze delle antiche mura e dell’assedio)
Prenotazione obbligatoria e informazioni 339/7172479 (Claudio Gori), E-mail: goriclaudio@alice.it.